A+ A A-

  • Categoria principale: Attività
  • Visite: 1026

Sezione Specialistica del Cancro del Colon-Retto (CRC)

A partire dal 1994, nel database del Registro Tumori Umbro di Popolazione (RTUP) vengono raccolte e codificate tutte le informazioni inerenti i casi di cancro colorettale (CRC) insorti nei residenti umbri.

Negli ultimi anni la creazione della scheda specialistica dedicata al CRC, unitamente al notevole sforzo retroattivo legato alla consultazione, al recupero e alla registrazione delle variabili, ha consentito di ottenere un database altamente specializzato a partire dal 2002.

 

Il gruppo di lavoro del CCR è costituito da un operatore medico con formazione in Anatomia Patologica e 3 medici specializzandi del 1° e 2° anno della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell’Università degli studi di Perugia e si occupa della registrazione e della codifica dei casi incidenti del cancro del colon-retto (tumori maligni e lesioni adenomatose pre-maligne).

Nel triennio 2011-2013 il gruppo di lavoro CCR si è ulteriormente adoperato per implementare il dettaglio e la qualità dei dati inerenti i casi di CRC incidenti tra il 2002 e il 2008 (5196 tumori maligni e 1729 lesioni adenomatose pre-maligne) attraverso un attento esame e un’eventuale integrazione delle informazioni presenti nel database del RTUP mediante la consultazione dei vari flussi informativi disponibili quali le schede di rilevazione, le cartelle cliniche, le schede di dimissione ospedaliera (SDO), gli archivi delle Anatomie Patologiche regionali, dei flussi screening, del Registro Nominativo delle Cause di Morte (Re.N.Ca.M) dell’Umbria e alcuni specifici file messi a disposizione da Servizi specialistici che collaborano attivamente con il RTUP come ad esempio le Unità Operative di Endoscopia Digestiva e la Radioterapia Oncologica.

Tale impegno ha consentito di raggiungere un ottimo livello di qualità dei dati inerenti il paziente (caratteristiche anagrafiche, familiarità, comorbosità e rischio chirurgico), la malattia, l’iter diagnostico (esame endoscopico, biopsia e/o polipectomia, oltre a esami di immagine ai fini della stadiazione del tumore in studio) e l’iter terapeutico (tipo e modalità dell’intervento di resezione e terapie adiuvanti). La puntualità e la correttezza del lavoro è frutto anche dell’impegno del personale addetto alla consultazione delle cartelle cliniche nelle varie strutture ospedaliere della Regione Umbria (personale tecnico universitario o esterno qualificato). Al fine di aumentare il livello qualitativo e di dettaglio delle variabili di studio sono state create, in collaborazione con gli ingegneri informatici presenti nel gruppo di lavoro del RTUP, delle specifiche tabelle di controllo che consentono di verificare le informazioni inerenti gli interventi chirurgici in laparoscopia, la chemioterapia neoadiuvante, la radioterapia nei tumori del retto, la lunghezza del pezzo operatorio e i ricoveri fuori regione. Attualmente è in fase di completamento l’inserimento delle variabili specialistiche per gli anni di incidenza 2009 e 2010.

Il gruppo di lavoro del CRC partecipa attivamente al progetto IMPATTO (dedicato alla valutazione dello screening del tumore del colon-retto in Italia) e ha anche contribuito alla stesura del lavoro “Influenza dello screening per il cancro del colon-retto sull’incidenza di lesioni precoci e pre-maligne e sulla distribuzione per sede”, presentato come comunicazione orale alla XVIII Riunione scientifica annuale AIRTUM, Taranto, 9-11 Aprile 2014.